SARA AL TRAMONTO Maurizio De Giovanni

Sara al tramonto Maurizio De Giovanni Recensioni Libri e News UnLibro

SARA AL TRAMONTO, di Maurizio De Giovanni

E’ Sara Morozzi la nuova protagonista di questo libro di Maurizio De Giovanni.
Ed è proprio al tramonto il momento in cui la donna abbandona la sua impassibilità, caratteristica del suo personaggio, e si trasforma in tutta la sua umanità e fragilità seduta su una panchina in un parco durante il consueto incontro serale con la giovane Viola, compagna incinta di suo figlio scomparso prematuramente.

Sara è una ex poliziotta con una dote molto particolare, saper leggere le labbra delle persone, è da tempo in pensione perché ha assistito il l suo compagno Massimiliano che l ha lasciata troppo presto dopo una breve malattia. 
Sara al tramonto De Giovanni Recensioni Libri e News UnLibroSara è una donna che ha sofferto , ha divorziato dal marito e ha abbandonato il figlio per seguire Massimiliano, il suo grande amore. È una donna vera che non ama finzioni e sotterfugi, per questo motivo non ama mettersi in mostra, non si tinge i capelli ormai grigi non si trucca e cerca in tutti i modi di essere il più invisibile possibile perché non è più interessata a nulla. Troppo grande è il suo dolore per pensare alla vita, la sua vera sostanza è la trasparenza. 

Un giorno però viene richiamata da una sua ex collega a rimettersi in gioco suo malgrado per cercare un’altra verità in un caso di omicidio con un finale che sembra essere già stato scritto. Con l aiuto di Pardo, squinternato e verace poliziotto e della stessa nuora Viola, indagherà infatti su un caso il cui colpevole e già stato consegnato alla giustizia.

Ambientato in una Napoli periferica , è un giallo con una trama lineare, classica il cui finale, per gli amanti del genere, è forse intuibile ma De Giovanni riesce comunque a tenerti incollato alle pagine. 

Al di là del noir infatti quello che appassiona è senza dubbio la storia dei protagonisti, lo spazio dedicato ai loro sentimenti. I personaggi infatti sono analizzati nella loro umanità con una descrizione intima ed empatica e il loro vissuto ci coinvolge quanto l’ indagine poliziesca. 

La suspense è garantita dalla capacità dell’ autore di mescolare l’ azione poliziesca con l’ analisi introspettiva dei personaggi protagonisti del dramma famigliare in cui si svolge l’indagine. Lo stile è come sempre fluido e diretto e scorre velocemente con un linguaggio molto fisico e concreto. Un noir fuori dal comune pervaso da una atmosfera sentimentale a tratti anche comica.
Da leggere assolutamente.
Recensione di Gabriella Patriarchi

 

L'ultimo rais di Favignana

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.