DONA FLOR E I SUOI DUE MARITI Jorge Amado

DONA FLOR E I SUOI DUE MARITI Jorge Amado Recensioni Libri e News Un Libro

DONA FLOR E I SUOI DUE MARITI, di Jorge Amado

Un viaggio a Salvator di Bahia, in Brasile.

Immersa in una fuliggine di sensualità, colori, sapori, fra il reale e il magico mondo di una terra abbagliata dal sole: raggi che inondano di pulviscolo ammaliante ogni angolo, ogni vicolo.

Così, in questa terra piccante, si muove Donna Flor, ancheggiando, sculettando, ansimando e sospirando schiava dei sensi, corpo lussurioso, materia vile.

 

Si muove fra i due mariti, dissoluto e focoso il primo, capace di trafiggerla e inondarla di stelle, e l’insipido ma rispettoso secondo, che le fornisce la patentata posizione sociale nel chiacchieratissimo quartiere delle comari dalla lingua lunga e dagli sguardi indagatori

Misteri, pregiudizi, magia, rituali fondoschiena e seni appetitosi.

DONA FLOR E I SUOI DUE MARITI Jorge Amado Recensioni Libri e News Un LibroIn un amplesso collettivo, il sapore del peccato che attrae senza possibilità di scampo.
Una fiaba per adulti, ironica e carnevalesca al ritmo di samba e capoeira, miscelata nel calderone da maghi e stregoni africani, nel tintinnio delle fiches, innaffiata di cachaça e insaporita dall’intenso odore di acarajé , vatapà e moqueca, il tutto cucinato a regola d’ arte.

Brucia la carne, materia del piacere, nella suadente terra brasiliana, contraddittoria e tentatrice, dove neppure la morte cancella il sapore del proibito.
E soltanto in questo ammaliante “mondo” poteva narrarsi una storia cosi femminile, così sincera nel mettere a nudo l’anima e il corpo di ogni donna, nelle vesti della suadente Dona Flor.
Altro che principessa Walt Disney e/o Pretty Woman!

 

La narrazione, spesso risulta prolissa e ripetitiva, ma si può perdonare questo dilungarsi perché, in fondo, è lo spirito brasiliano che lo richiede…

“Tutto è accaduto come è stato narrato, chi non ci vuol credere non ci creda. È accaduto a Bahia, dove tali cose magiche avvengono senza causare meraviglia…”

Recensione di Patrizia Zara 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.