DIO CREO’ LA MOSCA Martin Brookes

Dio creò la mosca di Martin Brookes Recensione UnLibro

DIO CREO’ LA MOSCA Martin Brookes

E la moderna biologia ci spiega perché

Martin Brookes non è uno scrittore di professione, ma un biologo specializzato in genetica, eppure il suo libro è avvincente come un romanzo, e divertente come un racconto di Wodehouse (non a caso è inglese, e la sua ironia lo rivela ad ogni pagina): ci si può trovare a sghignazzare leggendo del corteggiamento del moscerino per conquistare la moscerina, o la descrizione delle tipologie di biologi.

Dio creò la mosca Martin Brookes Recensione UnLibro In ogni caso si tratta di un saggio rigoroso ed interessante sulla storia della biologia moderna, in particolare sulla genetica sperimentale. Grazie alla Drosophila Melanogaster – per gli amici, il moscerino della frutta – gli scienziati hanno potuto studiare l’eredità genetica di tutto il regno animale, uomo compreso (d’altra parte noi condividiamo con questo minuscolo esserino circa il 50% del patrimonio genetico) e capire i meccanismi che regolano l’apprendimento e la memoria, l’invecchiamento e le malattie neurodegenerative come Parkinson ed Alzheimer, e molto altro; in particolare la Drosophila ha avuto un ruolo fondamentale nel Progetto Genoma Umano.

Tutto questo è molto interessante, ma forse un po’ ostico, per addetti ai lavori? Martin Brookes ci parla della storia della biologia e degli studi di genetica con una leggerezza ed una semplicità tali da rendere affascinanti anche i passaggi più tecnici, ci prende per mano e ci porta in un mondo molto diverso da quello dei saggi scientifici, ci fa riflettere e divertire, e soprattutto ci introduce ad una scienza comprensibile, attuale ed in continua evoluzione.

Recensione di Simona Vagaggini

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.