Torna il Pisa Book Festival. Muro di Berlino, attualità, scienze e molto altro con oltre 160 editori indipendenti

PisaBook Festival

Torna il Pisa Book Festival. Muro di Berlino, attualità, scienze e molto altro con oltre 160 editori indipendenti

Si apre nel segno di ambiente, scienza e anniversari la diciassettesima edizione del Pisa Book Festival quest’anno dedicata all’Europa e alle sue culture. Fra nuovi ingressi e graditi ritorni, saranno 160 gli editori indipendenti che, dagiovedì 7 a domenica 10 novembre, riempiranno il Palazzo dei Congressi di Pisa per incontrare l’affezionato pubblico di lettori e presentare libri di successo, anteprime e novità in catalogo. Saranno oltre duecento gli eventi in programma ogni giorno ad animare una fiera che è ormai l’appuntamento fisso d’autunno nell’agenda degli appassionati dei libri.
Fra le novità di questa nuova e attesa edizione si segnala una particolare attenzione all’ambiente. Il Pisa Book Festival 2019 si avvia a diventare eco-sostenibile e sposa la causa plastic free. Grazie alla collaborazione con Acque S.p.a., all’interno del Palazzo dei Congressi circoleranno caraffe di vetro e borracce in sostituzione delle bottiglie di plastica. Solo un primo passo verso l’ambizioso obiettivo “plastica zero”, ma un segnale importante. A sensibilizzare su ambiente ed ecologia, direttamente dal sinodo per l’Amazzonia, al fianco di Papa Francesco, arriverà al Pisa Book Festival Corrado Dalmonego, il missionario che da dieci anni vive nel “polmone verde della Terra” assieme al popolo degli Yanomami e che venerdì 8 novembre alle 15 presenterà il suo nuovo libro Nohimayu – L’incontro. Amazzonia: gli Yanomami e il mondo degli altri. Storia della Missione Catrimani (Editrice Missionaria Italiana) all’interno della rubrica Scienza e Natura condotta da Giulietta Bracci Torsi.

Leggi l’articolo completo su toscanalibri.it il portale della cultura toscana.

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.