PARTI IN FRETTA E NON TORNARE Fred Vargas

PARTI IN FRETTA E NON TORNARE, di Fred Vargas

 

In questo libro troverete prima di tutto Parigi e i suoi mondi racchiusi in un quartiere, dove tutti sono stati qualcos’altro, prima: un ex marinaio che si inventa banditore e due volte al giorno legge ad alta voce notizie, annunci commerciali, riflessioni sulla vita che chi vuole deposita nella sua urna; un ex insegnante che studia libri antichi, offre consulenze psichiatriche, affitta camere e lavora all’uncinetto; una ex prostituta dal sorriso magico; una ex moglie maltrattata; un

ex ragazzino indifeso che vende roller.

Una comunità a suo modo molto unita, turbata da strani messaggi che il banditore trova nell’urna e che man mano assumono un significato sempre più sinistro.

Come i “4” capovolti che iniziano ad apparire sulle porte di molti appartamenti in città, simbolo arcaico di protezione dalla Morte nera.

Ma soprattutto troverete il commissario Adamsberg, trasferito dai suoi Pirenei nella capitale a capo della Squadra Anticrimine: tante facce da memorizzare, troppi nomi da imparare. Con Danglard al suo fianco, spesso critico ma sempre affidabile. E Corinne, che scappa per non farsi schiacciare dal peso dello “spalatore di nuvole”.

Una storia che solo qualche riferimento all’uso del telefono cellulare consente di collocare ai giorni nostri, ma che è piena delle atmosfere suggestive di una Parigi del dopoguerra.

Una vera goduria! Impossibile non consigliarlo.

Recensione di Elena Gerla

PARTI IN FRETTA E NON TORNARE Fred Vargas

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.