L’UOMO NERO E LA BICICLETTA BLU Eraldo Baldini

l'uomo nero e la bicicletta blu Baldini recensioni Libri e News UnLibro

L’UOMO NERO E LA BICICLETTA BLU, di Eraldo Baldini

Questa settimana vi parlerò di un bel romanzo a metà tra il giallo e la formazione.
Gigi ha 10 anni e vive nella campagna ravennate: questo libro racconta dell’estate in cui decise di comprare una bici nuova, in cui si innamorò per la prima volta e scoprì che l’uomo nero non è solo un personaggio delle favole.

L'UOMO NERO E LA BICICLETTA BLU Eraldo Baldini Recensioni Libri e News UnLibroBaldini, con prosa semplice e divertente, affronta il classico tema dell’uscita dall’infanzia ma L’uomo nero e la bicicletta blu non è, esattamente o soltanto un romanzo di formazione, poiché dietro la narrazione, l’autore fa intuire una tensione strana, oscura, che carica quelle malinconiche pagine di un brivido sottile ma persistente; quella tensione, quell’ombra prende nella mente di Gigi la forma dell’uomo nero, lo spauracchio che immancabilmente rovina il lieto fine nelle favole che la vecchia Tugnina racconta ai bambini del villaggio, per insegnare loro che “e vissero felici e contenti” è un’utopia e non bisogna farci affidamento.

Il trascorre del tempo è misurato non solo dal punto di vista cronologico ma anche da quello interiore di un ragazzino che si trova, ogni giorno, a misurarsi con nuove sfide, nuove prove, nuove consapevolezze che piano piano erodono le sue certezze di bambino e lo trasformano nell’uomo del dubbio, di Pirandelliana memoria (e citazioni Pirandelliane ce ne sono, nel romanzo).

Poetico e struggente, il romanzo di Baldini si basa su azzeccate descrizioni di caratteri e atmosfere venate di malinconia, che un suono o un profumo possono evocare anche dopo molti anni, innescando il complesso meccanismo del ricordo e della nostalgia; se cercate un autore dal riscoprire, vi consiglio questo libro.

Recensione di Valentina Leoni

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.