LO SCARABOCCHIO Cinzia Nazzareno

LO SCARABOCCHIO, di Cinzia Nazzareno (Bonfirraro Editore)

Lo Scarabocchio – e non poteva esserci titolo più azzeccato – è un romanzo di Cinzia Nazzareno che mi ha sorpreso.

LO SCARABOCCHIO Cinzia Nazzareno recensioni Libri e news UnlibroInizia come un romanzo moderno, ambientato nella Sicilia dei tempi nostri, che narra la vicenda di Albina, una brillante studentessa di sociologia, che riesce a ottenere l’agognato titolo di tesi dall’affascinante e quotato professor Sorino. Il tema della sua tesi deve essere legato a un fatto scandaloso e socialmente rilevante accaduto nel passato, che abbia lasciato un’impronta significativa nelle dinamiche sociali. Per trovare un argomento valido che possa accontentare l’esigente professore, Albina chiede aiuto alla nonna Camilla, a cui è fortemente legata, che inizia a rivelarle e a raccontarle una vicenda che, negli anni 70, ha sconvolto il piccolo borgo di Olmo, trascinando nel dolore una famiglia felice.

La narrazione, con una struttura a cornice, procede quindi tra passato e presente, che finiscono per intrecciarsi nello sviluppo della storia.

La nonna Camilla descrive nel suo racconto i componenti della famiglia Aletta, Filippo il capostipite, ex donnaiolo incallito, la bella moglie Caterina, i figli, tra cui spiccano Mila, incantevole e sfortunata, e l’ultimogenito Gianni, detto “Genny”, ragazzo bellissimo e tormentato; Genny infatti ha un cuore di donna in un corpo maschile e vuole affermare la sua vera natura, che però il padre Filippo non riesce ad accettare e definisce crudelmente il figlio come uno “scarabocchio”.

Cinzia Nazzareno scava nelle dinamiche sociali e psicologiche dei personaggi e fa riflettere il lettore su come il pregiudizio e la chiusura verso la diversità possa generare infelicità e tormento. Lo stile di scrittura coinvolge il lettore nel racconto dell’intera vicenda; ho provato un sentimento di compassione e solidarietà nei confronti dello sventurato Genny, che viene allontanato dal padre che teme il giudizio dei compaesani per essere trasferito a Roma, dove ingenuamente spera e crede di avere incontrato il vero amore.

Recensione di Lorella Palla

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.