LE MEMORIE DI UN PAZZO Nikolaj Vasil’evič Gogol’

LE MEMORIE DI UN PAZZO, di Nikolaj Vasil’evič Gogol’

Diario di un pazzo illustra l’inevitabile discesa nella follia del mite impiegatuccio, Aksentij Ivanovič Popriščin preda di un sogno di grandezza infranto dall’ineluttabile impatto con la realtà.

 

LE MEMORIE DI UN PAZZO Nikolaj Vasil'evič Gogol' Recensioni Libri e News

Il racconto, perla di realismo fantastico, é scritto in prima persona in forma di diario, narra il progressivo squilibrio mentale del protagonista, un ometto squallido e sofferente per una condizione sociale che lo priva di ogni dignitoso rapporto umano: inizia cosí a dare segni di una graduale e lenta instabilità mentale.

L’amore, a senso unico, per la figlia del suo capoufficio lo porterà giorno dopo giorno a sprofondare nel delirio: arriverà a parlare con la cagnetta Maggie di proprietà dell’amata e ad essere convinto di essere il Re di Spagna, auto proclamandosi Ferdinando VIII.

 

 

Gogol, maestro del realismo occupa un posto di rilievo nella letteratura russa, per gli incubi che popolano la sua fantasia e per la capacità di espandere in figure comico ma anche mostruose gli esempi della mediocrità umana, creando personaggi che superano il loro tempo per restare vividi in eterno.

Recensione di Patrizia Gnignera De Marchi 

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.