LE INTERVISTE DEL PASSAPAROLA DEI LIBRI – Fusta Editore

Le interviste del passaparola Fusta Editore Recensioni e News UnLibro

IL PASSAPAROLA DEI LIBRI, in occasione della manifestazione “Firenze Libro Aperto” ha intervistato Paolo Fusta di “Fusta Editore”

 – Presentatevi ai nostri lettori

La Fusta Editore è una casa editrice fatta di persone con l’aspirazione a lasciare un segno attraverso il proprio lavoro. Essere un editore indipendente per noi significa rivendicare quotidianamente la libertà di non arrendersi ai gusti prevalenti. Abbiamo l’ambizione di diffondere la cultura: dire ciò che non è stato detto, mostrare ciò che non si conosce.

Le interviste del passaparola Fusta Editore Recensioni e News UnLibroLe nostre pubblicazioni nascono e prendono forma dalla nostra terra, le valli del Monviso. Ne valorizzanoi tesori e le bellezze, raccontano le tradizioni che ne descrivono il carattere e la sua storia. E trovano condivisione in tutto il territorio italiano, grazie alle caratteristiche comuni che uniscono tutti i luoghi.

E’ proprio la conoscenza dei luoghi attraverso il viaggio un altro tema conduttore delle nostre pubblicazioni. Con la rivista Camminare ormai attiva dal 2005 raccontiamo i grandi cammini, religiosi e laici. La stessa è diventata una fucina di idee per le collane DIARI DI VIAGGIO E SEGNAVIE.

– Qual è il titolo, l’autore oppure il progetto editoriale al quale siete più affezionati e perché?

Senza dubbio la rivista CAMMINARE da cui poi sono nate le collane di Viaggio e le Guide.

E’ stata l’esperienza che ci ha consentito di passare dal locale al nazionale: il cammino è il modo ideale per raccontare il territorio vivendoli e cogliendo le sfumature, permette di entrare in profondità e qui cogliere la vera natura dei luoghi e degli uomini. Il cammino inteso nel senso più vasto del termine: quindi sia  sportivo, come il Fitwalking ideato Maurizio Damilano con cui abbiamo fondato la rivista, oppure il Nordic Walking, ma anche escursionismo, i  vari cammini religiosi e laici da Santiago, alla Via della Seta.

Le recensioni del passaparola dei libri Fusta Editore Cammini e argomenti sviscerati con i nostri colloboratori che poi sono diventati autori di libri  come Gianfranco Bracci con il suo Dal Tibet al Sahara fuori dalle piste battute, Seguendo la Stella di Nilo Marocchino, un autore storico della casa editrice.

E poi dal viaggio a piedi al viaggio nei paesi. Sono affezionato in particolare ad un libro COSA NE SAI DELLA POLONIA di Paolo Ciampi in grado di far stupire e sognare divagando nella storia e nel paesaggio di un paese che ci è più vicino di quel che può sembrare.

Un libro che mi sento di segnalare è MONVISO l’icona della montagna piemontese di Roberto Mantovani.

– In Italia si legge poco, così dicono le statistiche. Secondo voi è vero e perché e cosa si potrebbe fare per invertire la tendenza?

Le interviste del passaparola dei libri Fusta Editore Recensioni e News UnLibroChe si legga poco è fuori di dubbio e la vita stressante che in genere conduciamo non aiuta. Se a questo aggiungiamo il tempo che ci facciamo rubare dai social vari e dalla miriade di impulsi che riceviamo viene difficile pensare che si possa iniziare a leggere di più.

Quindi la ricetta immediata non credo sia disponibile: partendo da lontano occorre un’educazione al libro come strumento di piacere e di svago e non di costrizione come lo è stato a volte per noi quando si era obbligati a leggere i libri imposti dai professori.

Personalmente ho trovato un’ottima idea il bonus cultura e ai giovani: magari limitandolo solo ai libri e giornali. Un buon modo di avvicinare ai libri le persone. Credo che il piacere di leggere aumenti leggendo, del resto .. “un libro tira l’altro”

– Cosa ne pensate delle vendite online che stanno sempre più prendendo il posto delle librerie tradizionali? 

 

Sono ormai una realtà imprescindibile. Hanno dei vantaggi, si pensi a chi non si può muovere in un paesino lontano dalla città. 24 o 48 ore si trova il libro a casa.

Si deve accettare il cambio ruolo del libraio come del resto si sono evoluti tutti i mestieri. Il libraio avrà la necessità di aggiungere dei servizi, fungere da polo di attrazione per un tipo di persone che condividono il suo modo di proporre libri. Evitare di arroccarsi su posizioni e modi di fare che, nostro malgrado, negli anni sono cambiate.

Chi ha saputo interpretare il cambio resiste: chiaramente credo con fatica come tutte le piccole realtà.

– Qual è il vostro rapporto con i social, con quale strategia li usate e se ne traete dei vantaggi ?

Le interviste del passaparola dei libri Fusta Editore Recensioni e News UnLibroNe farei volentieri a meno ma anche qui dobbiamo essere consapevoli del cambiamento.

Ritengo siano un buon modo di comunicare e un lavoro in più  che abbiamo rispetto al passato.

Non ho una strategia particolare perché in quel caso occorrerebbe fare ulteriori investimenti in personale dedicato e preparato che al momento la casa editrice non si può permettere. La  comunicazione però è costante e informiamo costantemente i nostri lettori sulle attività. Più facile con la rivista Camminare che risulta più appetibile per i suoi contenuti sui social.

I risultati al momento non riusciamo a quantificarli perché ritengo che i vantaggi siano soprattutto in termini di immagini e diffusione della casa editrice

redazione@unlibrotiralaltroovveroilpassaparoladeilibri.it

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.