LA FORMA DEL SILENZIO Stefano Corbetta

Su laFeltrinelli.it il regalo da Favola firmato Isabelle Allende
LA FORMA DEL SILENZIO Stefano Corbetta

LA FORMA DEL SILENZIO, di Stefano Corbetta

 

Tante solitudini appartengono a questo intenso romanzo. Solitudini e silenzi. A partire da quello involontario di Leo, nato sordo. La sua disabilità ha sconvolto gli equilibri familiari, gettando il padre nella solitudine della depressione, la sorella maggiore nella solitudine di chi accoglie responsabilità più grandi delle proprie esili spalle, e la madre nella solitudine della speranza e di un amore non più ricambiato . Sono gli inizi degli anni Sessanta, la scuola inclusiva che conosciamo oggi non era ancora nata, e Leo viene mandato in un istituto. I genitori prendono questa decisione perché anche lui possa avere un’istruzione, ma lui vive ogni domenica sera come l’ennesimo abbandono, ogni settimana in istituto come una intollerabile solitudine.

Fino a quando Leo scompare, gettando ogni componente della famiglia in una sua personale disperazione, fatta Di solitudine e silenzi.

Passano 19 anni, anni di altre solitudini ed altri silenzi. Anna, la sorella maggiore, ha fatto del vuoto che Leo ha lasciato nella sua vita la sua professione: insegnante di sostegno per scolari sordi e psicologa. A rompere il fragile equilibrio faticosamente conquistato arriva nel suo studio Michele, che dice di essere stato compagno di scuola di Leo, e di conoscere il segreto della sua scomparsa. Anna comincia ad indagare, cercando di squarciare il silenzio che è cresciuto attorno a lei da quel tragico dicembre. Ma non è facile decidere di squarciare segreti che si nutrono di silenzi.

Recensione di Maria Teresa Petrone

LA FORMA DEL SILENZIO Stefano Corbetta

La forma del silenzio Stefano Corbetta
ACQUISTALO SU IBS ACQUISTALO SU LA FELTRINELLI ACQUISTALO SU LIBRACCIO

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.