IL POPOLO DELL’AUTUNNO Ray Bradbury

IL POPOLO DELL'AUTUNNO, di Ray Bradbury

 IL POPOLO DELL’AUTUNNO, di Ray Bradbury

Durante l’ultima settimana di ottobre, un luna park arriva in una fin troppo tranquilla cittadina americana: a prima vista sembrerebbe un innocuo assieme di attrazioni da fiera, circondato dall’immancabile aroma di zucchero filato, ma Jim e Will, due inseparabili amici tredicenni, si accorgono che l’arrivo delle giostre coincide con la scomparsa di alcuni cittadini.
IL POPOLO DELL'AUTUNNO, di Ray Bradbury Recensione UnLibroQuesto romanzo di Bradbury è un vero e proprio catalogo di ossessioni infantili, vissute attraverso gli occhi dei due protagonisti e reinterpretate, con una dolorosa e accorta lucidità del padre di uno di essi, del quale conosciamo i pensieri.
Ognuna delle figure che popola il romanzo è simbolo di una di queste ossessioni e si rivela la lettore con atteggiamenti, fatti e parole; tra tutte, la più inquietante è il padrone del Luna Park, in grado di conoscere e di suggerire agli uomini e alle donne della cittadina ogni paura, ogni desiderio, anche il più nascosto e di illudere e di distruggere, sfruttando insoddisfazioni e frustrazioni personali, chiunque pensi di sbarrargli la strada.
Questo enigmatico personaggio non rappresenta tanto il male, quanto la paura che del male ha ogni essere umano e solo sconfiggendo questa paura, quindi prendendo coscienza di se’, dei propri limiti come delle proprie capacità, sarà possibile per i due protagonisti, salvare se stessi e la cittadina.
Un romanzo particolare, scritto in una prosa lenta e malinconica, perfetta per l’atmosfera autunnale che questo romanzo evoca: adatto a lettori di ogni età.

Recensione di Valentina Leoni

 

Commenta per primo

Commenti

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.