DA DOVE STO CHIAMANDO Raymond Carver

DA DOVE STO CHIAMANDO, di Raymond Carver

DA DOVE STO CHIAMANDO Raymond Carver

Carver o lo adori o non riesci a leggerlo, non ci sono vie di mezzo. Io appartengo alla prima ed è leggendo Carver che ho iniziato ad apprezzare il genere del racconto. I suoi sono unici, la sua penna è riconoscibile ed inconfondibile.

Stile asciutto, frasi brevi, linguaggio semplice e colloquiale, senza orpelli. Le descrizioni sono solo quelle funzionali alla narrazione.

Ambientazione frequente è quella domestica nell’America degli anni ’70-’80. Molti racconti non hanno una “trama” in senso stretto: li difinirei piuttosto come la pedissequa trascrizione di dialoghi e scene di vita quotidiana.

La natura umana, a volte meschina, o debole, o ingenua, viene messa a nudo con lucido distacco attraverso situazioni apparentemente banali che spesso trascendono fino alla paradossalità.

Un genio.

Recensione di Catia Ficosecco

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.