CARNIVAL LOVE Katherine Dunn

Carnival Love

CARNIVAL LOVE, di Katherine Dunn

Il mio consiglio di oggi riguarda un romanzo probabilmente di nicchia e decisamente spiazzante, consigliabile a lettori spregiudicati e davvero curiosi.

Carnival Love Dunn
ACQUISTALO SU LA FELTRINELLI 

Al Binewski, proprietario del circo di famiglia, basa il successo dei suoi spettacoli sulle esibizioni dei freak ma quando rimane a corto di artisti, decide di crearne di nuovi e unici: così lui e sua moglie mettono al mondo Arturo il ragazzo pesce dall’ego smisurato, le gemelle siamesi prodigi del pianoforte, Chick il telepate e la nana Olympia, voce narrante di questa corposa saga familiare divertente, spiazzante e a tratti commovente; seppur innegabile l’originalità della concezione, tuttavia, la lunga narrazione non mantiene costantemente il ritmo dei primi capitoli e più di una volta si blocca in pagine noiose che non aggiungono niente a quanto già detto.

I punti di forza del romanzo rimangono invece le caratterizzazioni dei personaggi e lo stile della prosa, ricca e varia, che riesce comunque a rimanere in equilibrio tra i diversi toni della narrazione. Se, leggendo Carnival Love, è impossibile non andare con la mente al film capolavoro di Browning, ritengo che la trama e la concezione di questo romanzo sarebbero perfetti per una trasposizione cinematografica da parte di uno dei registi più spiazzanti e geniali del cinema americano: David Lynch.

A chi deciderà di provare, buona lettura!

Recensione di Valentina Leoni

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.