STRADE BLU William Least Heat-Moon

STRADE BLU, di William Least Heat-Moon

Un lungo viaggio a bordo di un piccolo furgone battezzato evocativamente Dancing Ghost, porta l’autore in giro per l’America degli ultimi anni 70, lungo quei percorsi secondari che attraversano la provincia e che sono segnati in blu sulle vecchie carte automobilistiche: nella sua narrazione, William Least-Heat Moon vuole descrivere un’America rurale che percepisce sul punto di scomparire, ma della quale vuole anche narrare la storia, attraverso le esperienze di coloro che la abitano e hanno contribuito a farla crescere.

STRADE BLU William Least Heat-Moon recensioni Librio e NewsCon una prosa fluida e avvincente, dettagliata e originale a metà tra il reportage giornalistico e il racconto on-the-road nel solco della migliore tradizione letteraria statunitense, l’autore fa conoscere un’America che già all’epoca era sul punto di scomparire: lungo il suo percorso l’autore si imbatte in fattorie isolate nella prateria, in empori che eroicamente resistono nel deserto, in stazioni di servizio abbandonate a causa della costruzione di una nuova autostrada, in solitari pescatori,in proprietari di piccole manifatture di sciroppo d’acero che sperano di difendere la loro impresa casalinga dall’impatto minaccioso della grande industria, ragazzini in fuga, indiani, prostitute, fanatici religiosi; ogni incontro è l’occasione per annotazioni sulle origine di nomi e parole, ogni occasione è lo spunto per raccontare episodi legati alla gloriosa storia del west o per riflettere sulla triste condizione dei nativi nell’America contemporanea; ad ogni tappa del suo itinerario, l’autore mostra realtà sociali diverse, spesso difficili ma reale specchio di quel delicato momento di transizione verso la dimensione più industrializzata e tecnologica, cui siamo abituati oggi a 40 anni di distanza, transizione che non fu indolore per una parte della popolazione, spaesata in un’ America dominata dalle necessità del marketing, che andava imponendo ovunque fast-food, autostrade e parchi di divertimento.

Strade Blu è una lettura affascinante ma malinconica; avvince come un romanzo e stimola come un documentario. Consiglio la lettura agli amanti della letteratura di viaggio, genere del quale costituisce un fulgido esempio, ma anche a chi ama leggere per conoscere rapportare le informazioni ottenute da questo libro con la molte storie ambientate nella provincia americana che negli ultimi anni hanno caratterizzato la produzione dei migliori scrittori d’oltreoceano.

Recensione di Valentina Leoni

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.