LE INTERVISTE DEL PASSAPAROLA DEI LIBRI – Iperborea

Su laFeltrinelli.it il regalo da Favola firmato Isabelle Allende
Le interviste del passaparola dei libri con Iperborea

IL PASSAPAROLA DEI LIBRI, in occasione della manifestazione “Pisa Book Festival” ha intervistato Anna Basile di “Iperborea”

 

– Presentatevi ai nostri lettori. Come nasce la vostra casa editrice e a che tipo di lettori si rivolge?

Iperborea Iperborea è stata fondata da Emilia Lodigiani nel 1987 per far conoscere in Italia la letteratura dei Paesi nordeuropei. La fondatrice viveva all’epoca in Francia dove aveva avuto modo di leggere tutti i classici del nord, e una volta tornata in Italia si rende conto che questi non sono disponibili, salvo alcuni testi tradotti dall’inglese o da altre lingue. Iperborea nasce quindi per colmare questo vuoto. Con il passare degli anni tuttavia la Casa ha esteso i suoi confini.

– Qual è il titolo, l’autore oppure il progetto editoriale al quale siete più affezionati e perché?

islanda Iperborea - Premesso che tutta la collana è frutto di impegno totale e soprattutto di passione e amore per i libri che pubblichiamo, posso menzionare l’ultimo progetto editoriale di cui siamo molto orgogliosi, nato da un’idea di Pietro Biancardi, attuale editore di Iperborea. Si tratta di “The Passenger ” libro magazine che racconta dal punto di vista letterario, culturale, politico e sociale un Paese a scelta. È in pratica una guida alla cultura del Paese con una veste editoriale innovativa, stampata completamente a colori e con tante fotografie ad hoc. Il libro-rivista oltrepassa i confini del nord: sono usciti Islanda ed Olanda e il prossimo sarà il Giappone.

– In Italia si legge poco, così dicono le statistiche. Secondo voi è vero e perché e cosa si poterebbe fare per invertire la tendenza?

A mio avviso dobbiamo fare uno sforzo per comunicare ai lettori che la lettura è un piacevole passatempo, come andare al cinema o ascoltare un disco. In pratica far passare ai lettori il concetto che la lettura non è necessariamente legata allo studio, ma è divertente, fa ridere, fa piangere, fa emozionare.

–  Consigliate uno dei vostri titoli e diteci il perché?

Luce d'estate ed è subito sera Iperborea“Luce d’estate ed è subito notte” di Kalman Stefansson: un meraviglioso romanzo corale ambientato in un fiordo in Islanda, con una prosa poetica che mette in scena la vita degli abitanti del fiordo e che racconta storie d’amore e di amicizia, così come  rapporti tra genitori e figli.

– Qual è il vostro rapporto con i social, con quale strategia li usate e se ne traete dei vantaggi ?

Siamo molto attivi sul piano dei social con una pagina Facebook, un account Twitter e Instagram. Quotidianamente aggiorniamo con informazioni, foto e iniziative. L’ultima è quella adottata in occasione di Pisa Book Festival con l’intento di salvare cento libri destinati al macero perché leggermente rovinati. Abbiamo lanciato su FB un appello ai nostri lettori: acquistate un libro al Book Festival e potrete scegliere un libro salvandolo dal macero. L’ iniziativa ha avuto successo, riscuotendo molte condivisioni e like.

 

redazione@unlibrotiralaltroovveroilpassaparoladeilibri.it

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.