LA PICCOLA CONFORMISTA Ingrid Seyman

LA PICCOLA CONFORMISTA, di Ingrid Seyman

 

Ti chiami Esther e sei una bambina che vive a Marsiglia.

La tua famiglia è scombinata: tua mamma è un po’ hippy e rivoluzionaria , tuo papà Patrick recita liste di cose ogni giorno e lavora in banca, il tuo fratellino è iperattivo. A tavola mangiate nudi.

Ti vergogni di questa tua famiglia sconclusionata in cui ogni volta che torni da scuola non sai che cosa potrebbe succedere.

La famiglia di tuo padre è ebrea con la nostalgia dei tempi d’oro dell’Algeria francese.

La tua nonna materna ha rinnegato sua figlia dopo che ha deciso di stare con Patrick. Perché?

Come può funzionare tutto questo ?

Come puoi uscire e vivere nel mondo se devi rinnegare quello che sei ?

Ogni energia si concentra nel tentativo di essere qualcun altro. Almeno fuori casa, lontana dagli occhi di mamma e papà.

Che forse nemmeno ti vedono, troppo occupati da loro stessi e dalle loro esistenze fratturate.

La tragedia è sempre dietro l’angolo. Ma non sai ne’ quando né come accadrà.

Essere conformista non ti salverà.

Tenero, ironico , sarcastico. Fino all’inevitabile.

Recensione di Roberta Bettoni
LA PICCOLA CONFORMISTA Ingrid Seyman

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.