LA COLONNA DI FUOCO Ken Follett

LA COLONNA DI FUOCO, di Ken Follett

Il romanzo copre il periodo che va dal regno di Maria Tudor (Maria la Sanguinaria) fino alla congiura delle polveri ordita da Guy Fawkes e sodali ai danni di Giacomo I Stuart, successore della regina Elisabetta I.La prospettiva geografica principale è quella inglese, ma sono affrontati anche gli aspetti della storia della Francia, della Spagna e dei Paesi Bassi che hanno rilievo per l’Inghilterra.

Tutto è stato trattato con la grande capacità di trovare un filo conduttore nei conflitti di religione successivi alla riforma luterana ed a quella anglicana. Dopo I pilastri della terra e La colonna di fuoco - Ken Follett Recensioni e News UnLibroMondo senza fine, Follett affronta un periodo ben più ricco e complesso di quelli che hanno fatto da sfondo ai due tomi precedenti della saga di kingsbridge, di respiro europeo e non solo locale, popolato di molti personaggi storici di rilievo. Forse proprio perché necessario al fine di raccontare una serie assai complessa di eventi, a differenza che negli altri due libri, le vicende personali e familiari dei protagonisti del libro sono poste in secondo piano rispetto alle vicende della grande storia che li vede coinvolti. In questo posso capire coloro che hanno giudicato questo libro meno coinvolgente dei precedenti, e tuttavia questo è estremamente più ricco e propizio ad una lettura più impegnata. Personalmente ho alternato la lettura di questo libro (ma non è certo necessario farlo, La colonna di fuoco è molto ben scritto ed esaustivo anche ai fini della comprensione storica) a quella di un manuale di storia moderna per meglio comprendere i contesti, e mi sono reso conto che tra i due testi questo di Ken Follett era il più completo è strutturato. E tutto ciò riuscendo ad illustrare i legami parentali e le vicende storiche di un periodo altrimenti molto complicato.

Non posso che ringraziare grandemente l’autore per avermi consentito di dipanare una matassa storica che non ero mai riuscito prima a seguire con chiarezza, facendomi venire voglia di approfondire anche altri aspetti o altri personaggi qui trattati solo di sfuggita. Magari non è un capolavoro dal punto di vista letterario ma per il resto è godibile e raggiunge lo scopo complesso che in genere Follett sembra proporsi, ossia di coniugare la rigorosa ricostruzione storica con la narrativa più piacevole

Recensione di Oscar Trezza

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.