GUARDA LE LUCI, AMORE MIO Ennie Ernaux

GUARDA LE LUCI, AMORE MIO, di Ennie Ernaux (L’orma – novembre 2022)

 

ACQUISTALO DA FELTRINELLI

 

” L’ inizio della ricchezza – della sua leggerezza – si può misurare così: servirsi in un reparto di prodotti alimentari senza guardare il prezzo.
L’ umiliazione inflitta dalle merci. Costano troppo, quindi io non valgo niente. “

Questo è un diario antropologico di un anno di visite al supermercato Auchan di Cergy.

Tutti noi andiamo a fare la spesa al super come se avessimo il pilota automatico: infiliamo la moneta per liberare il carrello e via, veloci tra gli scaffali alla ricerca di ciò che ci occorre, una breve valutazione delle offerte, e poi in fila alla cassa.

In realtà, se ci fermiamo per un attimo a riflettere, il supermercato non è un semplice capannone anonimo, contiene di noi molto più di quel che pensiamo. Ogni periodo della nostra vita è associato a ricordi di supermercati, fin dall’infanzia.

E a chi non è successo, mentre sceglieva la miscela di caffè preferita o i biscotti per la colazione, di rimanere per un attimo incantato e come fuori dal tempo perché si era diffusa, tra quelle merci e quegli scaffali, una canzone importante, che lo ha portato altrove e gli ha strappato un sorriso o gli ha mozzato il fiato…

Le persone fanno parlare le loro storie anche un un posto privo di grazia come un grande magazzino. I ragazzi che ridono, i clienti soli che hanno voglia di parlare con il primo sconosciuto davanti al banco frigo, quelli calmi della mattina e quelli frenetici del pomeriggio, tutti ” che lo si voglia o no, qui costituiamo un’unica comunità di desideri “.

Recensione di Azzurra Carletti 
GUARDA LE LUCI, AMORE MIO Ennie Ernaux

L’isola dei tesori, dove gli animali sono preziosi

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.