DODICI IN CASO DI STRESS Nathalie Guetta

Su laFeltrinelli.it il regalo da Favola firmato Isabelle Allende

DODICI IN CASO DI STRESS, di Nathalie Guetta (Cut-up 2020)

 

 

Uscito durante il primo lockdown del 2020, lo avevo adocchiato subito per la copertina e il titolo. Poi avevo notato l’autrice. Ma era proprio lei? La Natalina di Don Matteo (chi non ne ha mai visto qualche pezzo?), la perpetua più surreale delle fiction tv?

Sì. È lei, Nathalie Guetta, autrice di “Dodici in caso di stress“.

Ho titubato a lungo e poi, qualche settimana fa l’ho ordinato e l’ho messo in attesa.

È piccolino nella quantità di pagine (centoventi), ma non nel contenuto. È surreale, forse proprio come l’autrice e il suo personaggi televisivo, in una Parigi poco romantica ma molto vera, etnica, piena di identità, un miscuglio di vite.

Accavalla le gambe e decide di pensare a qualcosa di piacevole che possa consacrare, in questo intermezzo metropolitano di non facile gestione, quell’intimità fatta di reciproco abbandono al quotidiano, che secondo lei è una verifica inoppugnabile. nel senso che, sempre secondo lei, se due persone inoltrate in un rapporto amoroso in via di definizione sopravvivono a un percorso si quattordici fermate, con le luci al neon e alcune questioni spinose in sospeso, si possono quasi definire una coppia solida” (pag.47/48).

 

 

È la scrittura che mi ha catturato: lo stile narrativo della Guetta è particolare, senza limiti, senza freni…non molla un attimo. La storia è quella di Chloè e Houssine, una ebrea ed un musulmano; un rapporto pieno di amore e di incomprensioni, lei più grande di lui di diciotto anni, lui sempre in procinto di sposare una o più altre donne.

Dialoghi continui, litigi e riappacificazioni, situazioni penose in rapporto difficile che però non riesce a slegarli e a dividerli. Illusioni e disillusioni.

Molto particolare, molto creativo, l’ho apprezzato.

È così bello credere, soprattutto quando si è completamente allo sbando e s’incontra uno che racconta delle belle storie” (pag.73)

Una chicca: il punto di vista del gatto di Chloè 

E comunque, dodici, in caso di stress, per me sono poche.

Recensione di Lauretta Chiarini

DODICI IN CASO DI STRESS Nathalie Guetta

 

ACQUISTALO SU IBS

 

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.