DEI BAMBINI NON SI SA NIENTE Simona Vinci

DEI BAMBINI NON SI SA NIENTE, di Simona Vinci (Einaudi)

 

Un gruppo di bambini scopre il sesso grazie alla guida di un amico più grande, iniziando un “gioco” che si fa sempre più estremo, fino a quando la situazione degenera.

In un mondo di adulti assenti, che non vedono o non vogliono vedere, i bambini descritti dall’autrice sono esseri alla deriva che devono scoprirsi, trovarsi e cercarsi un posto in quel mondo che, per il momento, li ignora e li consegna all’orrore.

Molti gli spunti di dibattito che questo libro può suscitare; rimanendo in ambito letterario, l’ho trovato coraggioso per la scelta di affrontare un tema considerato tabù, ma decisamente sconclusionato, povero dal punto di vista della scrittura, troppo scarno nella trama, che in alcuni punti risulta francamente assurda, troppo misera la prosa fatta di frasi brevi, frammenti narrativi ripetuti alla noia, con personaggi che si faranno dimenticare perché privi di una vera personalità; si intuisce, però, che l’autrice non sia troppo a suo agio in questo genere di narrativa quindi può costituire un punto di partenza per scoprire gli altri suoi libri.

Recensione di Valentina Leoni
DEI BAMBINI NON SI SA NIENTE Simona Vinci

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.