BORGO SUD Donatella Di Pietrantonio 

sconti invernali 2021

BORGO SUD, di Donatella Di Pietrantonio

Una telefonata nella notte e l’Arminuta si precipita, dopo molti anni, partendo da Grenoble dove vive e lavora, al paese natio, Pescara, rione Borgo Sud. Una lunga notte nella quale la protagonista, di cui continuiamo ad ignorare il nome, ricorda la propria vita da ragazza e poi da donna sposata, intrecciata con quella della sorella Adriana.
Due vite e due caratteri quasi agli antipodi: metodica, precisa, senza slanci quella della protagonista, quanto più strampalata, carnale, disordinata la vita della sorella. Un affetto e un impegno che diventano pesanti, dei quali molto spesso pensa di liberarsi.
L’autrice non risparmia nulla, neppure le parti peggiori di quello che anche noi a volte pensiamo o sentiamo nei confronti dei nostri familiari. Il solco che divide le due donne arriva da molto lontano, prime esperienze di vita così diverse, che non possono non segnare il loro carattere da adulte.
Eppure, le stesse radici le tengono avvinte, le aggrovigliano in un rapporto di odio/amore, rancore, ricordi di un’adolescenza in comune, che si concretizza di un’alternanza di allontanamenti e riappacificazioni.
Non è facile seguire un racconto che punta quasi esclusivamente sull’analisi psicologica dei vari personaggi che calcano la scena, bisogna amare questa tipologia di romanzi. Personalmente mi regalano emozioni e riflessioni. Vi ho ritrovato tutta la scrittura della Di Pietrantonio, anche se devo confessarvi, dal punto di vista narrativo, che all’inizio ho fatto un po’ di fatica ad orientarmi nei vari passaggi temporali, citati in ordine sparso. Come pensieri che passano nella mente, in una notte insonne qualunque.
Recensione di Carla Maria Cappa

BORGO SUD, di Donatella Di Pietrantonio

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.