SCACCO ALLA REGINA Mario Mazzanti

SCACCO ALLA REGINA Mario Mazzanti Recensioni Libri e News UnLibro

SCACCO ALLA REGINA, di Mario Mazzanti (Leone Editore)

Mario Mazzanti, medico toscano, cresciuto a Milano e ora trasferitosi nel bergamasco, appassionato di cinema, letteratura, opera e scacchi, con “Scacco alla regina” (2014- Ed. Leone) ci presenta un ottimo thriller tutto italiano che non ha nulla da invidiare, per la costruzione, la razionalità della trama e la rappresentazione dei personaggi implicati, a quelli, ultimamente spesso “improbabili”, che ci arrivano d’oltreoceano.

Protagonista è Greta Alfieri, giornalista televisiva d’assalto, donna intelligente e scaltra che non disdegna di offrire i suoi favori a chi potrebbe metterla sull’altare della fama costruito sull’audience e il consenso popolare.

SCACCO ALLA REGINA Mario Mazzanti Recensioni Libri e News UnLibroAltro protagonista è Claps, psichiatra forense, sensibile e tormentato personaggio capace di entrare in sintonia con le menti perverse fino al coinvolgimento fisico e mentale, in una sorta di trance che gli acuisce i sensi e fa luce sul cammino delle sue indagini. Claps collabora con la polizia locale, tenuto in grande considerazione dal Commissario Capo Sensi e dai suoi uomini più fidati.

In una imprecisata città italiana, soffocata da un “traffico nevrotico” (Milano?), forse c’è un serial killer che uccide le sue vittime, tutte donne, con una particolare ed efferata modalità, lasciando così una sorta di firma. Secondo Claps lui vuole che il mondo lo tema, che veda la sua “Opera” compiersi e che le sue azioni siano conosciute fino a risuonare nella bocca di tutti. E allora perché non coinvolgere, con una serie di e-mail, proprio la regina dell’audience televisivo Greta Alfieri, firmandosi Morphy (come un famosissimo campione di scacchi, il migliore in assoluto) in cui annunciare le sue prossime mosse in una metaforica partita a scacchi che coinvolga anche la Polizia?

E se l’ultimo passo fosse dare scacco alla regina chi sarebbe disposto a sacrificare alcuni alfieri? Sarà capace Claps, magari con l’aiuto di un giovanissimo hacker asociale a lui legato da un debito morale, di arrivare alla verità e individuare sul web la reale identità dell’assassino prima che compia ulteriori e sanguinarie strategie per arrivare al suo scopo?

E siamo sicuri che il profilo di Morphy sia realmente quello di un uomo con desiderio di rivalsa sul suo senso quotidiano di inadeguatezza o piuttosto si comporti come tale solo per coprire una rete di interessi molto più vasta e quasi inimmaginabile? Con una scrittura fluida e dettagliata, l’autore dosa perfettamente indizi, inganni, colpi di scena, riuscendo sempre a mantenere un elevato tenore di suspense fino a portarci ad una verità inattesa e decifrata nei minimi particolari.

Recensione di Maristella Copula

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.