COME LE MOSCHE D’AUTUNNO Irène Némirovsky

COME LE MOSCHE D’AUTUNNO, di Irène Némirovsky

 

È Tat’jana Ivanovna la vera protagonista di questo romanzo breve. È un’anziana balia che vive da oltre cinquant’anni presso la famiglia Karin. Lei ha conosciuto più generazioni di quella famiglia nobile, ha cresciuto, servito e amato tutti, rimanendo sempre fedele e fidata, tanto da raggiungere i suoi padroni fuggiti da Mosca ad Odessa, e poi seguirli in Francia.

“Andavano avanti e indietro, da un muro all’altro, in silenzio, come le mosche di autunno, quando passati il caldo, la luce e l’estate, volano a fatica, stanche e irritate, sui vetri, trascinando le loro ali morte.”

Tat’jana Ivanovna assisterà impotente alle varie vicissitudini che colpiranno la famiglia, ma senza perdere mai la fede, senza rinnegare mai le proprie origini e il legame con la terra natia. È un personaggio che tocca il cuore e che commuove.

Perdermi tra le pagine di un romanzo della Némirovsky è per me rifugiarmi in un porto sicuro, essere accolta tra le braccia di una persona a me cara dalla quale non vorrei staccarmi mai.

Recensione di Elisabetta Porta

COME LE MOSCHE D’AUTUNNO Irène Némirovsky

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.