Premio Strega 1958: SESSANTA RACCONTI Dino Buzzati

Su laFeltrinelli.it il regalo da Favola firmato Isabelle Allende
Sessanta racconto Dino Buzzati

Premio Strega 1958: SESSANTA RACCONTI, di Dino Buzzati

 

“Era stato l’uomo a cancellare quella residua macchia del mondo, l’uomo astuto e potente che dovunque stabilisce sapienti leggi per l’ordine, l’uomo incensurabile che si affatica per il progresso e non può ammettere in alcun modo la sopravvivenza dei draghi, sia pure nelle sperdute montagne. Era stato l’uomo ad uccidere e sarebbe stato stolto recriminare.”

Basterebbe una citazione simile per descrivere questa raccolta di racconti, ma vorrei metterci qualcosa anche del mio se possibile.

Una raccolta intensa. Racconti brevi ma non per questo scarni. Anzi. In Buzzati troviamo tutto. Tutto ciò di cui un libro ha bisogno. E di cui un uomo ha bisogno. Si parla di vita. Si parla di morte. Il lungo cammino dell’uomo verso l’ignoto. La consapevolezza della morte. Che tutto ha una fine. La paura del futuro. Il ritorno del passato. Temi trattati con la solita semplicità di Buzzati. Ed è proprio questa semplicità ad essere complessa. Perché tutti noi abbiamo i nostri sogni e le nostre speranze. I nostri incubi ed i nostri demoni. Sta solo a noi decidere come affrontarli. E soprattutto se affrontarli. Al quarto incontro con Buzzati posso definirlo sempre e comunque una scoperta. Una raccolta di racconti stra-consigliata a tutti.

Recensione  di Alberto Frasca
Premio Strega 1958: SESSANTA RACCONTI Dino Buzzati

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.