PRESENZA OSCURA Wulf Dorn

PRESENZA OSCURA, di Wulf Dorn (Tea)

 

Nikka e la sua migliore amica Zoe partecipano ad una Festa di Halloween organizzata per la riapertura di una discoteca della loro città. Succede però l’impensabile. Nikka viene drogata, perde di vista l’amica e collassa improvvisamente in mezzo alla pista da ballo. Riesce a sentire i rumori, le voci attorno a sé ma è impotente. Si risveglia in ospedale dove viene a sapere che è stata clinicamente morta per ben 21 minuti e che la sua amica Zoe è scomparsa nel nulla. Nikka si sente strana e ha un ricordo molto brutto e oscuro del luogo in cui è stata in quei minuti di incoscienza e soprattutto, lì ha visto la sua amica…

È la prima volta che leggo qualcosa di quest’autore quindi non posso ovviamente fare un confronto con i suoi altri libri. A me è piaciuto e ho un interesse personale per il tema delle esperienze pre morte o di chi è in stato di coma e ha la fortuna di risvegliarsi. Se come me vi approcciate per la prima volta alla scrittura di Dorn, vi consiglio di leggere questo libro con la mente aperta. Io ritengo che la morte sia qualcosa di definitivo ma non do assolutamente niente per scontato.

Recensione di Annalisa Acerra
PRESENZA OSCURA Wulf Dorn

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.