LA FELICITÀ DEGLI ALTRI Carmen Pellegrino

LA FELICITÀ DEGLI ALTRI C. Pellegrino

LA FELICITÀ DEGLI ALTRI, di Carmen Pellegrino

 

“Dicono che ci sia un posto nel mondo per ciascuno di noi e a quello tendiamo senza sosta, anche se non si sa dove sia, anche se non abbiamo le coordinate per raggiungerlo e non ci sono mappe a indicarcelo. Dicono che una volta raggiunto è come un abbraccio che accoglie, come la parola che lenisce, quando finalmente viene detta”

Questa è la storia di Cloe e della sua anastilosi.

L’anastilosi in archeologia significa ricostruzione di piccole parti di un bene andato in frantumi .

La vita di Cloe è segnata dai fantasmi del passato, che hanno mandato in frantumi la sua anima errante.

Il suo sarà un lungo cammino irto di ricordi e perdite, che porterà la luce nelle tenebre del passato e il desiderio di ricomporre i propri pezzi( anastilosi).

Cambierà città, case ,le terranno compagnia voci e immagini e persone, come il fratello Emanuel, il Professore T docente di estetica dell’ombra, e poi coloro che l’ hanno accolta dopo il fattaccio, Madame e il Generale, guardiani de La casa dei timidi.

Il suo sguardo ovunque cercherà attenzione, la sua anima anelerà la verità .

Un libro da leggere tutto di un fiato.

Recensione di Giusy Lavarà

LA FELICITÀ DEGLI ALTRI Carmen Pellegrino

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.