IL CAVALIERE INESISTENTE Italo Calvino

Feltrinelli KOBO Fomia maggio

IL CAVALIERE INESISTENTE, di Italo Calvino (Mondadori)

 

Le donne, i cavallier, l’arme, gli amori… così comincia l’Orlando furioso, celeberrima opera di Ludovico Ariosto.

Leggendo il libro di Italo Calvino “Il cavaliere inesistente” il famoso incipit del “Furioso” mi è risuonato più volte nella testa. L’opera di Calvino è un generoso tributo al mondo fantastico dei cavalieri medievali e di tutto l’immaginario collettivo ad essi collegato. Un’opera, come le altre della trilogia degli antenati, che dipinge mondi e personaggi grotteschi così tipici di Calvino. Carlo Magno, unico personaggio reale, è abbastanza marginale alla narrazione ma serve ad inquadrare perfettamente l’epoca storica. Il re dei Franchi è impegnato in una lunga guerra contro gli infedeli.

La narrazione si arricchisce subito di personaggi caratteristici. Il contadino Gurdulù dalla strampalata consapevolezza identitaria che Re Carlo destina come scudiero per Agilulfo, il giovane Rambaldo, pieno di ideali che si arruola per vendicare il padre e che si innamora della bella Bradamante che però è innamorata di Agilufo. Poi c’è Torrismondo che mette in dubbio la regolarità del titolo di cavaliere di Agilulfo che era diventato paladino salvando la giovane Sofronia. Su tutti c’è Agilulfo, il cavaliere inesistente, valoroso combattente e fedele servitore del re che non toglie mai la sua lucente armatura anche perché lui non esiste. Dentro all’armatura non c’è niente.. solo la sua volontà.

Insomma la storia è articolata, scorrevole, piena di continui colpi di scena, surreale e piacevolissima. I protagonisti sono ben caratterizzati ma al tempo stesso aperti a molte interpretazioni. Agilulfo, come si conviene per i personaggi proposti dalla magistrale arte di Calvino, si presta a varie letture e sconfina nei tempi moderni con la sua personalità e le sue incertezze.

Dei tre romanzi della trilogia degli antenati, tutti e tre ampiamente consigliati, questo, a mio parere, è il più ermetico e può essere letto con una particolare attenzione alle numerose allegorie che Calvino ci propone o anche come semplice e piacevole storia di cavalieri medievali. A voi la scelta.

Recensione di Stefano Benucci

IL CAVALIERE INESISTENTE Italo Calvino

ACQUISTALO SU IBS ACQUISTALO SU LA FELTRINELLI ACQUISTALO SU LIBRACCIO

Feltrinelli KOBO Fomia maggio

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.