FIGLIA DELLA CENERE Ilaria Tuti

Ilaria Tuti

FIGLIA DELLA CENERE, di Ilaria Tuti (Longanesi – giugno 2021)

 

Ilaria Tuti
ACQUISTALO SU IBS ACQUISTALO SU LA FELTRINELLI ACQUISTALO SU LIBRACCIO

Ho centellinato le pagine di questo romanzo per non scoprire di dover dire addio al commissario Teresa Battaglia.

Abbiamo imparato a conoscere la sua abnegazione al lavoro e la sua capacità di entrare in rapporto empatico con i carnefici da “Fiori sopra l’ Inferno“. Abbiamo cominciato con lei a calarci nel suo personale inferno con “Ninfa dormiente“. Abbiamo cominciato a vedere il male dormiente e la sua voglia di redenzione con “Luce nella notte“. Ma è solo con “Figlia della cenere” che conosciamo veramente e per la prima volta “la commissaria” Teresa Battaglia. In questo romanzo Teresa deve calarsi di nuovo nel suo inferno vuoto, dovrà ancora sentire le ferite bruciare come lava di vulcano e insieme a lei riannoderemo i nodi di una lunga e atipica amicizia. Come tessere di un mosaico, vedremo riaffiorare trent’ anni di vita di Teresa, almeno finché l’ Alzheimer glielo lascerà ricordare. È tempo per la commissaria di prepararsi a lasciare il suo lavoro, passare il testimone a Marini, preparare la sua casa per la sua mente devastata. Ma la sua “famiglia non di sangue” sarà pronta a lasciarla andare? E soprattutto Giacomo Mainardi, riuscirà a fare a meno di lei, l’ unica che lo abbia mai capito?

Recensione di Evelina Loffredi
FIGLIA DELLA CENERE Ilaria Tuti

Commenta per primo

Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.