EINSTEIN E IO Gabriella Greison

EINSTEIN E IO, di Gabriella Greison

Di Einstein ho letto molto ultimamente, ma sembra non sia mai abbastanza.

E raccontare la vita di uno scienziato così affascinante, evidenziando il lato umano e privato dell’uomo, rischia di diventare una biografia sentimentale, romanzata, e poco attendibile.

La Greison ha studiato molto. Si è documentata, riporta intere lettere dello scienziato indirizzate a colleghi e alla sua prima moglie, Mileva Maric.

E ha raccontato la storia di due persone incredibili, con la voce narrante di Mileva.

EINSTEIN E IO Gabriella Greison recensioni Libri e News Unlibro Una donna, Mileva, che ha amato la fisica e i misteri del cosmo, più di ogni altra cosa, per un lungo periodo, passione che l’ha portata ad affrontare tutte le difficoltà che poteva avere una donna di inizio secolo scorso, per aver avuto l’audacia di essere tra le pochissime, a frequentare l’università, in una facoltà scientifica.

Mileva diventa presto madre e il momento del parto la porta a conoscere un mondo sconosciuto, in cui tutti i suoi calcoli di probabilità e il suo bisogno di controllo su ogni avvenimento che la circondava, vanno in pezzi. Non aveva mai avuto un buon rapporto con il suo corpo ed ora, a riempirgli la mente, e svuotarla di ogni sua certezza, c’era solo quello e quello dei suoi figli, con tutte le loro necessità.

Il tempo e lo spazio per dedicarsi alla scienza si riducono sempre più.

E così, anche il legame che la teneva unita ad Albert, si sgretola.

Mileva ammirava Marie Curie , che non aveva mai abbandonato lo studio e la pratica scientifica, pur essendo madre, e in un loro incontro (realmente avvenuto) emergono due figure di donna diverse ma entrambe incomplete; anche Marie invidia Milena per l’affetto che i suoi figli le dimostrano costantemente, affetto che lei non ha mai vissuto con i propri.

La Greison ci racconta di come Einstein sia divenuto Einstein.

E di come Mileva sia stata fondamentale perché ciò potesse avvenire.

Recensione di Egle Spano’

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.